fiasco1

Chiamato Tocai Rosso fino al 2007, oggi è stato ribatezzato Tai Rosso per differenziarsi dall’omonimo vino bianco ungherese. Studi effettuati recentemente hanno dimostrato la stretta parentela con il Grenache francese e viene chiamato Barbarano  nella zona di produzione storica, dove da molti secoli viene coltivato.
Probabilmente furono i canonici di Barbarano intorno al 1300 a introdurre dalla Francia il Grenache. Oggi, il Tai Rosso ci è giunto evoluto nella terra e sopratutto nel bicchiere, da giovane vino scarico di colore a grande rosso da invecchiamento.


CIMG3270-300x225

IL TRASFORMISTA:

Il Tai Rosso è un vitigno molto particolare, che interpreta le annate come nessun altra varietà. Ha un ampio spettro di identità, riesce ad assumere le sembianze di molti altri vitigni sotto l’influenza dei fattori che caratterizzano l’ambiente esterno e quindi le diverse stagioni. Anche da un terreno all’altro cambia completamente. Questo tradotto nel vino significa avere prodotti diversi ogni anno, non un vino standard sempre con lo stesso grado alcolico e lo stesso colore, ma un vino che racconta ciò che ha vissuto in quell’annata, con colori, gradazioni alcoliche, gusto e aromi a volte incredibilmente opposti, ma sempre sorprendenti.

Both comments and pings are currently closed.